Crea sito

Troppo zucchero fa invecchiare la pelle

Difendere la pelle da cedimenti e dall’invecchiamento significa prestare la massima attenzione non solo al fumo o all’esposizione ai raggi solari, ma anche alla dieta di tutti i giorni.
Sono infatti svariati gli alimenti che provocano danni alla cute, a partire da quelli eccessivamente ricchi di zuccheri. Il «British Journal of Dermatology» ha dato grande rilievo ai pericoli causati da una dieta carica di glucosio, associato ad una serie di molecole dannose.

<

br />
La ricerca ha messo in evidenza come, dopo i 35 anni di età, la concentrazione di tali sostanze sia in grado di accentuare la presenza di rughe e, cosa ben più grave, di favorire l’insorgere di patologie come l’artrite, l’insufficienza renale e il morbo di Alzheimer.
Gli studiosi hanno ipotizzato che l’eccesso di zuccheri nel sangue spianerebbe la strada alla formazione di composti assai dannosi per l’organismo, denominati dagli specialisti prodotti finali della glicazione avanzata o AGE. Il loro accumulo, inevitabile in una dieta a base di dolci, tende a danneggiare le proteine adiacenti, in una sorta di effetto domino in grado di ledere sia l’elastina che il collagene, componenti fondamentali delle fibre che garantiscono solidità ed elasticità alla pelle.
Queste fibre iniziano a sfilacciarsi e ad essiccarsi, in un processo che genera la progressiva formazione di rughe. Visto che la difesa della pelle va condotta anche a tavola, meglio evitare gli zuccheri aggiunti e utilizzare dolcificanti naturali come la stevia o l’amasake. Senza dimenticare di tenere d’occhio la concentrazione di zucchero anche in alimenti generalmente ritenuti sani.